21 aprile 2011

Quale è la traduzione del termine: “log-in”?

Il termine dell’informatica login, pronunciato in italiano corrente loghìn, è divenuto ormai da tempo famigliare ai numerosi frequentatoti della Rete. È documentato per la prima volta nell’italiano scritto giornalistico a partire dalla metà degli anni Novanta del Novecento.
 
Si tratta di un prestito non adattato dall’inglese: login, composto del verbo(to)log ‘registrare sul giornale di bordo (di una nave)’ e in ‘dentro’; propriamente significa ‘iscriversi su un registro’.
 
Il login, oggi, altro non è che l’«operazione con cui l’utente di una rete telematica si registra nel sito al quale accede per la prima volta». Per estensione, il termine indica anche il «codice identificativo per mezzo del quale avviene tale registrazione» (le due accezioni sono riprese dal vocabolario Treccani.it).
 
Effettuare la suddetta operazione di registrazione si dice fare il login o, con neologismo derivativo, loggare (da log + -are, con raddoppiamento della consonante; vedi anche altri termini informatici da vocaboli inglesi che finiscono in g: bloggare < blog, taggare < tag, flaggare < flag).

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata