13 novembre 2016

Esiste un aggettivo relativo strettamente alla cena, come "prandiale" è relativo al pranzo? Faccio un esempio: una abbuffata prandiale. Esiste una abbuffata "cenale"? Oppure "prandiale" (e il corrispondente "postprandiale") possono essere utilizzati anche per indicare la cena?

*Cenale (che sarebbe effettivamente l'aggettivo di relazione più adatto) e *ceniero non esistono. Se è proprio necessario, possiamo scoperchiare l'avello delle tradizioni letterarie, in cui giace serenamente il vocabolo cenatorio, che si usava, e talvolta si usa ancora, con riferimento soprattutto ad antiche usanze dell'epoca romana (veste cenatoria 'veste adoperata in occasione del pasto', letto cenatorio 'triclinio'). Conviene? Forse, ma limitatamente a contesti scherzosi, per far vedere che si hanno alle spalle delle buone letture. Altrimenti, meglio rassegnarsi: la lingua non mette etichette su tutti i realia.

 

Prandiale esiste, anche se, a parere di chi scrive, suona un po' artefatto: non a caso, la parola in origine (l'origine è recente: metà del XX secolo) è promossa nell'uso dalla terapeutica medica (insieme con il derivato post-prandiale). Comunque, potendo essere il pranzare e il pranzo riferibili anche al pasto serale, forse potremmo adoperare senza troppe preoccupazioni prandiale anche nell'accezione richiesta da chi ha formulato la domanda.

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0