15 ottobre 2020

Domando se sia corretto ringraziare per la "vicinanza" una persona che fa le condoglianze. Mi pare, infatti, che il Vocabolario on line la definisca, nel primo significato, unicamente come "Il fatto, la condizione di esser vicino, come posizione relativa nello spazio; prossimità, breve distanza", escludendo quindi un uso figurato del termine.

Vediamo il significato di vicino, così come è definito nel Vocabolario on line. La prima accezione è referenziale, immediata, legata alla concretezza fisica e sensoriale; naturalmente, è anche la prima a essersi affermata storicamente: da vicino nelle dimensioni spaziale e temporale si sviluppa poi, con piena e pari dignità, l’accezione figurata di vicino (1c), del tutto adeguata a «indicare partecipazione di sentimenti: essere, sentirsi vicini nella gioia, nel dolore».

 

Ciò detto, ringraziamo per la segnalazione: valuteremo come esplicitare s. v. vicinanza la liceità della parola a caricarsi anche delle accezioni figurate di vicino, liceità che è difficile da mettere in discussione.


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0