31 maggio 2021

Mi è sorto un dubbio assai legato ad una espressione di uso recentissimo: "ho fatto il covid". Mi chiedo se sia corretta. In genere con i virus o malattie si utilizza il verbo avere, del tipo "Ho avuto il morbillo" per citarne un esempio. Potete aiutarmi?

L’espressione è “di uso recentissimo” perché, nel mondo dei realia, Covid(-19) è recentissimo. L’uso del verbo fare in combinazione con il nome di una malattia è, in realtà, un modo della lingua corrente, in usi non per forza colloquiali, ben noto da tempo. Il Vocabolario Treccani.it lo qualifica come originario del settentrione d’Italia: «settentr.[ionale], f.[are] una malattia, averla» (accezione n° 9, s. v. fare2).

 

Un solo esempio: «In altre parole, il vaccino non solo protegge i bimbi dal morbillo e dalle sue complicazioni, ma anche dai guai derivanti dalle malattie respiratorie e intestinali che si possono contrarre per anni dopo aver fatto il morbillo» (Roberto Burioni, Il vaccino non è un’opinione, Mondadori, 2016).


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0