18 maggio 2022

Volevo chiederle se fosse possibile aggiungere nel vocabolario della Lingua Italiana il sostantivo "aguzza-matita" come sinonimo di "appunta-matita".

Al nostro gentile lettore rispondiamo che il tipo aguzzamatita/e (temperamatite) è un geosinonimo diffuso esclusivamente in alcune zone degli Abruzzi. Che cos’è un geosinonimo? Lo spiega bene Neri Binazzi in un articolo comparso nel sito dell’Accademia della Crusca, in cui si parla, per l’appunto, di temperamatite e dei suoi geosinonimi: «Con l’etichetta geosinonimo si vuole riferirsi a una forma lessicale che, all’interno di una più o meno vasta area geografica, viene gestita, di fatto, come unico riferimento lessicale per denominare un determinato oggetto o concetto». Insomma, in quelle zone dell’Abruzzo, aguzzamatite viene sentito da tutti i parlanti come la forma normale, neutra per designare l’oggetto che serve a rifare le punte alle matite. Il problema è che fuori di quelle zone, aguzzamatite viene percepito come una stranezza.

 

L’Italia è fatta così: ha una lingua parlata nazionale di recente unificazione. Mentre per i concetti astratti e libreschi, tipici soprattutto della lingua scritta letteraria, tutti quanti gli italiani che hanno studiato un po’ dicono solo e soltanto quella parola, che sia orgoglio o pietà o scorrevolezza, per lo un oggetto o azione tipico della vita quotidiana, domestica, “umile” – che non hanno avuto l’onore di essere uniformati da un descrittore unico nella tradizione scritta di prestigio –, in tutte le parti d’Italia è facile che ci si esprima in modo diverso, nell’italiano di tutti i giorni. Basta consultare uno dei questionari presentati nell’Atlante Aliquot, per farsene un’idea.

 

Talvolta, lo stesso italiano che viene dalla regione che è fondativa della lingua italiana, la Toscana, contiene geosinonimi per esprimere concetti o indicare cose che fuor di regione si dicono in altro modo (sciocco per ‘scarso di sale’, per esempio; o acquaio ‘lavandino della cucina’). A proposito, in Toscana temperamatite usualmente di dice appuntalapis.

 

Quindi aguzzamatite, per dirla con Binazzi, «è un testimone esemplare della geosinonimia che, in Italia, caratterizza ancora oggi in modo diffuso il vocabolario relativo a oggetti, concetti e momenti della vita quotidiana: in questi ambiti, infatti, il parlato delle diverse aree geografiche continua spesso a prevedere opzioni proprie, cioè non condivise con il “resto d’Italia”, anche quando i parlanti ritengono di collocare le proprie esecuzioni su un coté “italiano”».

 

In un vocabolario della lingua italiana dell’uso, dare conto dei tantissimi geosinonimi non è scelta pratica e facilmente praticabile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata